Con le dimissioni il lavoratore subordinato recede unilateralmente dal contratto che lo lega al datore di lavoro. Se le motivazioni che portano alle dimissioni non sono dovute ad un grave inadempimento del titolare, l’unico obbligo a suo carico è di dare il preavviso seguendo le disposizioni contenute nei contratti collettivi di lavoro del suo settore. Invece, quando la ragione delle dimissioni è dovuta ad una grave inadempienza del datore di lavoro, tale da non consentire la prosecuzione del rapporto, neanche in via provvisoria, il dipendente non è obbligato a dare il preavviso e può recedere immediatamente dal contratto. Si dimette quindi per giusta causa.

In entrambi i casi il lavoratore dovrebbe rivolgersi ad un avvocato del lavoro prima di presentare le dimissioni, perché il giuslavorista possa verificare se ci sono i presupposti per la giusta causa e se esistono vincoli contrattuali che possono ostacolare l’uscita del lavoratore dall’organizzazione che vuole lasciare. Allo stesso modo, anche il datore di lavoro dovrebbe affidarsi ad un avvocato per verificare che le dimissioni del dipendente non violino accordi particolari sottoscritti nel contratto di assunzione o per difendersi in caso di dimissioni per giusta causa.

Il primo appuntamento in Studio è gratuito

Le dimissioni devono essere un atto volontario del lavoratore. Le dimissioni in bianco – cioè le dimissioni fatte firmare in anticipo, nel momento in cui si viene assunti – quelle rassegnate sotto minaccia o sotto raggiro e quelle presentate quando il lavoratore o la lavoratrice non era capace di intendere e di volere sono illegittime e possono essere annullate dal giudice se presentate contro la volontà del dipendente. Per evitare comportamenti scorretti, dal 2016 – con una delle riforme introdotte dal Jobs Act – le dimissioni possono essere rassegnate esclusivamente in modalità telematica attraverso il sito www.lavoro.gov.it e poi trasmesse al datore di lavoro e alla Direzione territoriale del lavoro competente. Con la nuova normativa le dimissioni rese con qualsiasi altra modalità non sono valide. È una disposizione che vale per tutti i lavoratori e le lavoratrici, salvo alcune eccezioni. Una volta stabilito che le dimissioni sono volontarie, è poi importante capire se esistono vincoli o patti accessori da considerare prima di risolvere il contratto, e nel caso di dimissioni per giusta causa, bisogna verificare che tipo di inadempienza è stata messa in atto dal datore di lavoro e se giustifica le dimissioni in tronco. Mobbing, molestie sessuali, comportamenti ingiuriosi e offensivi, la mancata corresponsione della retribuzione o dei contributi per tre mesi, la richiesta di eseguire prestazioni illecite, la modifica unilaterale delle condizioni contrattuali… le motivazioni per le dimissioni con giusta causa possono essere molte, ma vanno contestualizzate e analizzate insieme ad un giuslavorista, che potrà assistere il lavoratore in tutte le fasi: dall’individuazione delle motivazioni, alla produzione di “prove” da presentare in un eventuale successivo giudizio, fino alla preparazione della documentazione necessaria per la richiesta dell’indennità di disoccupazione.

Avv. Sergio Palombarini
Avvocato titolareAvvocato titolare, Studio Legale Palombarini

Avvocato del lavoro Bologna è il sito dell’Avvocato Sergio Palombarini, giuslavorista, per quattro anni Consigliere dell’Ordine degli Avvocati di Bologna e Socio di Ager-Agi, Avvocati giuslavoristi dell’Emilia Romagna, emanazione regionale della Associazione Avvocati giuslavoristi italiani.

Assistenza e consulenza legale ai lavoratori e alle lavoratrici che vogliono rassegnare le proprie dimissioni

Data la delicatezza della materia e le possibili conseguenze per il lavoratore o la lavoratrice – soprattutto quando le dimissioni sono per giusta causa, perché la persona potrebbe trovarsi respinte le motivazioni che hanno giustificato l’abbandono del posto di lavoro – è molto importante rivolgersi ad un giuslavorista ancora prima di rassegnare le dimissioni. Lo Studio Palombarini affianca i lavoratori e le lavoratrici che intendono rassegnare le proprie dimissioni o le dimissioni per giusta causa prima, durante e dopo la risoluzione del contratto, e in giudizio:

  • studio di documenti e contratti
  • verifica di vincoli, patti accessori e delle loro implicazioni
  • valutazione delle gravi motivazioni che possono portare alle dimissioni per giusta causa
  • raccolta delle prove da presentare in Tribunale
  • preparazione dei documenti necessari per richiedere l’indennità di disoccupazione, in caso di dimissioni per giusta causa
  • assistenza e valutazione di un eventuale nuovo contratto di lavoro

Assistenza e consulenza legale ai datori di lavoro che hanno ricevuto le dimissioni da parte di un dipendente

Lo Studio legale Palombarini affianca aziende, cooperative e studi professionali che hanno ricevuto le dimissioni da parte di un dipendente:

  • studio di documenti e contratti
  • verifica di vincoli, patti accessori e delle loro implicazioni
  • valutazione delle motivazioni gravi che hanno portato alle dimissioni per giusta causa e pianificazione della difesa
  • raccolta delle prove da presentare in Tribunale

Come lavoriamo

1 - Primo contatto telefonico o via mail

Contatta lo Studio compilando il form in questa pagina o chiamando al numero (+39) 051 581410 per anticipare  la natura del tuo problema: valutazione della solidità delle motivazioni per rassegnare le dimissioni senza preavviso (dimissioni per giusta causa) e raccolta delle prove da portare in giudizio, analisi di possibili vincoli contrattuali in caso di dimissioni non legate ad una grave inadempienza del datore di lavoro, contestazione delle dimissioni per giusta causa del dipendente.

Importante – In genere, e salvo casi particolari, non è possibile dare una consulenza completa per telefono o via mail, ma è consigliabile fissare un primo appuntamento gratuito di persona in Studio.

2 - Primo incontro gratuito in Studio

Lo Studio Palombarini è a Bologna in Via Bovi Campeggi, 4 e Padova in Via S. Camillo De Lellis, 37.L’incontro può avvenire in entrambe le sedi, è gratuito e senza impegno.

3 - Offerta economica e conferma dell’incarico

Dopo l’incontro lo Studio legale formula un’offerta economica e prepara i documenti per il conferimento dell’incarico che dipende dalla complessità e dal valore della pratica. Il preventivo viene concordato insieme, non viene mai imposto, e puoi decidere se affidarti allo Studio Palombarini o meno. Una volta accettata l’offerta economica, l’incarico viene confermato.

4 - Conferimento dell'incarico

Una volta conferito l’incarico e a seconda del caso specifico lo Studio si occupa di:

  • studiare contratti, documenti, lettere ecc. e le norme di riferimento
  • verificare la consistenza delle motivazioni che hanno portato alle dimissioni per giusta causa
  • analizzare patti accessori e vincoli contrattuali da tenere presenti in caso di dimissioni
  • produrre prove e documenti da presentare in Tribunale
  • assistenza stragiudiziale e in difesa in giudizio

La decisione viene presa di comune accordo tenendo conto della situazione specifica e dei tuoi obiettivi.

Il primo appuntamento in Studio è gratuito.